ORDINARE LA GIORNATA
Posted by Mariana Scaravilli on Sep 6, 2017

 

Cominciamo la giornata con definizione, chiarezza, certezza.

Quando i piedi toccano il pavimento, salutiamo il giorno e diciamo Salve Dio! (qualsiasi cosa Dio possa essere per noi).

Prima di concludere la giornata, prima di dire Buonanotte Dio! (qualsiasi cosa Dio possa essere per noi) e che la testa tocchi il cuscino, spostiamo l’attenzione a ritroso lungo la giornata, ricapitolando gli eventi del giorno e il nostro vissuto. Digeriamo la nostra esperienza così che l’esperienza possa nutrirci meglio.

Potremmo scoprire che alcuni periodi di tempo ci eludono, sfuggendo ai nostri sforzi di recuperare momenti perduti in cui la nostra vita si nasconde da noi.

Dove eravamo? Evidentemente, non c’eravamo; non eravamo presenti; non eravamo, propriamente, vivi.

Allora come facciamo a sviluppare i ricordi, la ricapitolazione, la rievocazione?

Una raccomandazione è quella di posizionare un segnavia ogni ora. Questi ci forniscono ulteriori punti di definizione, chiarezza e certezza cosicché, quando guardiamo all’indietro lungo la giornata, troviamo ad aspettarci una serie di momenti di collegamento.

E, prima che la testa tocchi il cuscino, con definizione, chiarezza e certezza, portiamo parte della nostra attenzione in avanti a quando i piedi toccheranno il pavimento e cominceremo di nuovo la nostra giornata.

Questo completa il cerchio.

Domenica 28 Gennaio 2007;
Monasterio Nuestra Senora De Los Angeles (Monjas Dominicas),
Sant Cugat, Spain.

 

ARTICOLO SUCCESSIVO

DISCOVER THE DGM HISTORY
.

1940s
1950s
1960s
1970s
1980s
1990s
2000s
2010s
.