SOFFRI! POI MUORI IN UNA LUCE DI GLORIA E VIVI ETERNAMENTE TRA LE STELLE!
Posted by Mariana Scaravilli on Sep 3, 2017

 

Caro Fratello,

Un saluto da una casa di ritiro Cattolica qui in Spagna e dal corso di Guitar Craft che ha luogo al suo interno.

Una persona se ne è andata il secondo giorno: niente di male da entrambe le parti, semplicemente il Guitar Craft non era per lui. In modo molto pulito, è stato rimborsato e se ne è andato mantenendo un buon rapporto. Aveva partecipato ad una Introduzione alla Nuova Accordatura Standard (Introduction to the New Standard Tuning) della durata di un giorno in Irlanda. La giornata era stata molto divertente ed era arrivato qui, probabilmente aspettandosi di trascorrere una vacanza di 9 giorni in un ambito musicale. Sedersi sul pavimento per 30 minuti all’inizio della giornata molto probabilmente non era, per niente la sua idea di vacanza.

Delle 50 persone che restano, uno è un personaggio zelante, barbuto e di orientamento intellettuale, il cui scopo nella vita è quello di “morire bene”. Nessuna obiezione per quel che riguarda lo scopo di vita, ma dobbiamo fare i conti con la gran quantità di immaginazione che lui ci mette dentro. Vedremo come questa si sposa con le attività pratiche e terrene di qui. Temo però che, a distanza di sei settimane, lui  probabilmente rimbalzerebbe sui muri.

La nostra esperienza di 20 anni di Guitar Craft ci ha insegnato che non è possibile partecipare ad un corso prolungato senza una qualche pratica o attività di gruppo precedenti.

Con Level Four, intendiamo un corso di 10 mesi; un Level Three è un corso di 3 mesi; un Level Two potrebbe durare da 1 a 6 settimane; un Level One dura 7-10 giorni.

Ora abbiamo introdotto un corso di Introduzione Al Mestiere Della Chitarra (Introduction To Guitar Craft), diretto da Crafties esperti che hanno conosciuto Elizabeth Bennett alla Red Lion House (1986-89), come condizione necessaria prima di accettare chiunque ad un Level One (che è il livello in cui io al momento comincio con gli studenti).

Per 18 anni abbiamo accettato più o meno chiunque si presentava. Questo è cambiato dal Gennaio del 2002 quando due persone giunte a un monastero a Sassoferrato, in Italia, uscirono a bere, probabilmente fumando erba, e andarono fuori strada in collina tornando ubriachi dal paese vicino.

Una parte notevole degli studenti è arrivata al GC con un passato di droga, in alcuni casi grave. Per cui, il carico del loro primo corso di una settimana è , in effetti, il loro periodo di disintossicazione. Se e quando li rivediamo, il cambiamento è visibile e possiamo cominciare a lavorare. Ma dopo due settimane, le richieste e le sfide diventano troppo grandi (come, ad esempio, il sentirsi imprigionati). Così, diluiamo il livello della sfida nel tempo arrivandoci gradatamente. Se ci sembra che dodici settimane siano troppo lunghe per alcune persone, gli suggeriamo di venire per sei settimane e decidere poi il da farsi.

Nei corsi lunghi, dove ci sono per esempio tre ragazze e dodici giovanotti, possono nascere difficoltà. Abbiamo delle precise linee guida per le attività sessuali in un contesto GC. Riconosciamo che relazioni transitorie tra adulti consenzienti possano essere del tutto onorabili, ma non sono permesse in una Casa del GC a meno che i due non si dichiarino una coppia e si presentino alla comunità come tali; nel qual caso vengono sistemati in una stanza separata. Altrimenti, la loro relazione ha luogo fuori dai confini della proprietà della casa del GC, durante i giorni di pausa. Di conseguenza questa diventa un’attività intenzionale ed elimina il rischio di attività sessuali casuali e “accidentali”.

Questo può causare molta frustrazione in una Casa del GC. Durante il recente corso a Kiel, tre bravi giovanotti se ne sono andati perché i loro sentimenti non erano ricambiati da una delle ragazze. Ma questo tipo di problema è sempre meglio di una fregola inconcludente.

La presenza di uomini più maturi sembra che aiuti ad equilibrare le energie sessuali dei giovani frustrati. Così, quando è possibile, cerchiamo di fare in modo che studenti più esperti e più maturi facciano visita ai corsi di lunga durata quanto più possibile.

Storicamente, abbiamo avuto anche noi la nostra dose di instabilità mentale ed emotiva. Siamo felici di trattare il normale-anormale, ma l’anormale-anormale è più di quanto possiamo gestire (e abbiamo una lunga storia in proposito). Ken Lawton ha incontrato e parlato con molti studenti, ed è stato di considerevole aiuto. La moglie del Direttore del GC in Europa e Sud America, Hernan Nunez, è la Dottoressa Bettina Sydath-Nunez. Lei ha un dottorato in psichiatria, è stata anche addestrata da Ken, ed è una risorsa considerevole che si renderà più disponibile quando le loro due figlie saranno cresciute. Sia Hernan che Bettina hanno avuto un buon rapporto con Elisabeth Bennet alla Red Lion House, e gli incontri con lei continuano ad istruirli (loro e molti altri nella comunità del GC).

Dare un nome al corso che hai proposto? Bene, il corso è una manifestazione della linea di Bennett sul Lavoro di Gurdjieff. Per cui, Un’Introduzione Alla Quarta Via o Vivere La Quarta Via: Un’Introduzione descrivono entrambi di cosa si tratta.

Un’Introduzione Alla Quarta Via: Stabilire I Principi Del Giusto Vivere In Tempi Incerti è una versione più roboante, che incorpora la nozione della crisi incombente che nella tua lettera suggerivi potesse essere il tema delle tue lezioni. Ma se hai bisogno di attirare più attenzione puoi sempre provare con: La Vita È Dura! Soffri! Poi Muori In Un Bagliore Di Gloria E Vivi Eternamente Tra Le Stelle!.

Perdonami ti prego se ti sembra un consiglio arrogante. Sono sicuro che farai la scelta giusta.

 

Giovedì 26 Maggio 2005
Villa Mercedes / Padres Claretianos,
Calle San Pascual Nº 3, esquina travesía San Pascual,
28 460 Los Molinos,
Madrid, España.

 

articolo successivo

DISCOVER THE DGM HISTORY
.

1940s
1950s
1960s
1970s
1980s
1990s
2000s
2010s
.